Real e Valencia nemici-amici

Stade de France, Parigi – 24/05/2000 – Finale
Real Madrid
Real Madrid
Morientes 39 McManaman 67 Raúl González 75
3 - 0
Valencia
Valencia
Lezioni di tattica

"E' stata una di quelle gare in cui tutto sembra andare per il verso giusto". steve Mcmanaman.

1999/00

• La Spagna ha tre squadre in semifinale – Real Madrid CF, FC Barcelona e Valencia CF – e per la prima volta due squadre della stessa nazione si sono affrontate in finale di UEFA Champions League.

• Il Barcellona segna in tutte le 16 partite disputate in UEFA Champions League e stabilisce il record di 45 gol stagionali, Rivaldo ne segna dieci e condivide il titolo di capocannoniere con Mário Jardel e Raúl González.

• Simone Inzaghi diventa il secondo giocatore a segnare quattro gol in una partita nella partita in cui la S.S Lazio batte l'Olympique de Marseille 5-1 nella seconda fase a gironi. Marco van Basten aveva fatto la stessa cosa per l'AC Milan nel 1992.

La finale della UEFA Champions League 1999/2000 vede per la prima volta, l'una contro l'altra, due squadre dello stesso paese. Nessuna sorpresa, invece, quanto all'epilogo: il Real Madrid CF si laurea campione d'Europa per l'ottava volta.

Le Merengues si impongono nettamente contro un avversario, il Valencia CF, che aveva impressionato lungo il cammino verso la finale di Parigi, travolgendo, per esempio, 4-1 l'FC Barcelona, campione di Spagna in carica, in semifinale. Le gerarchie vengono ristabilite allo Stade de France, dove la squadra di Héctor Cúper è costretta sulla difensiva e non riesce a rifornire l'attacco.  

Il primo gol, al 36', vede la partecipazione di entrambi i terzini. Una punizione di Roberto Carlos da sinistra viene raccolta dalla parte opposta da Míchel Salgado, il cui cross sul palo lungo è deviato in rete di testa da Fernando Morientes. La pesante sconfitta rimediata soltanto tre mesi prima dalle Merengues nella seconda fase a gironi per mano dell'FC Bayern München sembra adesso un lontano ricordo.

Il Valencia cerca il pareggio con il sempre pericoloso Gaizka Mendieta, ma il Real Madrid regge bene agli attacchi e, anzi, sfiora il raddoppio, negato da un ottimo intervento di Santiago Cañizares su Raúl González dopo l'ora di gioco. Ma il secondo gol è soltanto rimandato. Quattro minuti più tardi, Steve McManaman firma il 2-0. L'inglese raccoglie un rinvio al limite dell'area e insacca con la collaborazione del palo.

Sette minuti più tardi, Raúl riceve un passaggio del neo entrato Sávio e si invola per 60 metri prima di chiudere la giocata e la partita.

Protagonisti

  • Mendieta

    Artefice del ritorno ad alti livelli del Valencia CF, l'ex nazionale spagnolo Mendieta si è distinto come centrocampista a tutto campo, capace sia di proteggere la difesa che di proporsi in maniera proficua negli spazi. Eletto per due volte miglior centrocampista della UEFA Champions League in occasione delle finali perse dal Valencia nel 2000 e 2001, successivamente ha vestito le maglie di S.S. Lazio e Middlesbrough FC, conquistando la Coppa di Lega inglese 2004.

  • Morientes

    Attaccante insuperabile nel gioco aereo e dotato di un formidabile fiuto per il gol, Morientes ha trascorso sette stagioni nel Real Madrid CF, dove ha conquistato tre edizioni della UEFA Champions League giocando spesso in coppia con Raúl González. Due volte vincitore della Liga, nel 2004 ha trascinato l'AS Monaco FC in finale di UEFA Champions League, vestendo successivamente le maglie di Liverpool FC, Valencia CF e Olympique de Marseille. Ha segnato 27 gol in 47 presenze con la Spagna.

  • Raúl González

    Quando il Club Atlético de Madrid ridusse il suo settore giovanile per risparmiare, nel 1992, non avrebbe mai immaginato che il prezzo da pagare sarebbe stato tanto alto. L'allora giovanissimo attaccante Raúl González venne infatti accolto a braccia aperte dal Real Madrid CF, club nel quale avrebbe militato per 18 anni segnando 323 gol in 740 gare e conquistando tre UEFA Champions League oltre a sei titoli nazionali. Bomber di razza, Raúl può vantare anche 102 presenze e 44 gol con la nazionale spagnola.

Cosa è successo dopo?

• Il Valencia CF viene battuto in finale anche l'anno successivo, cedendo 5-4 ai rigori contro l' FC Bayern München dopo l'1-1 sul campo.

• Il Real Madrid CF viene eliminato in semifinale proprio dai bavaresi, ma si rifarà 12 mesi più tardi superando 2-1 in finale il Bayer 04 Leverkusen grazie a uno strepitoso gol di Zinédine Zidane.

• Zidane è solo uno dei grandi campioni che approdano a Madrid nei due anni successivi per dare vita ai Galácticos. Tra gli altri figurano Luís Figo, Ronaldo e David Beckham.

• nel 2001 Rafael Benítez sostituisce Héctor Cuper, accasatosi all'FC Internazionale Milano, sulla panchina del Valencia, conquistando due titoli nazionali e la Coppa UEFA 2004.

• Vicente del Bosque, che aveva lasciato a sorpresa il Real Madrid dopo il successo nella Liga 2002/03, diventa il primo tecnico a vincere UEFA Champions League, EURO e Coppa del Mondo FIFA.

Unisciti alla conversazione

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • Le parole CHAMPIONS LEAGUE e UEFA CHAMPIONS LEAGUE, il logo e il trofeo della UEFA Champions League e i loghi della Finale di UEFA Champions League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.