L'Ajax colpisce il Bayern

Olympisch, Amsterdam – 19/04/1995 – Semifinali
Ajax
Ajax
Litmanen 11, 47 Finidi 41 Ronald de Boer 44 Overmars 88
5 - 2
Bayern
  • Witeczek 36
  • Scholl 75 (P)
Bayern
Tocco di genio

"L'Ajax era di un'altra categoria". Thomas Helmer

1994/95

• Andriy Shevchenko esordisce in UEFA Champions League a 18 anni con un gol, che tuttavia non riesce a evitare la sconfitta dell'FC Dynamo Kyiv contro l'FC Bayern München per 4-1.

• Celestine Babayaro diventa il più giovane esordiente in UEFA Champions League nella gara tra RSC Anderlecht ed FC Steaua Bucureşti. Al 37', però, rimedia un cartellino rosso e diventa anche il più giovane espulso nel torneo.

• Il difensore Paulo Madeira dell'SL Benfica entra suo malgrado nella storia della Champions League segnando il primo autogol nel 3-1 contro l'Anderlecht a settembre.

 

La gioventù e la spregiudicatezza dell'AFC Ajax opposte alla solidità e agli automatismi consolidati dell'FC Bayern München. La semifinale di UEFA Champions League promette spettacolo. I Lancieri dimostrano di non avere timori reverenziali e fanno subito il vuoto.

Fermata sul pari senza reti all'andata, la squadra olandese dilaga al ritorno. Jari Litmanen apre le marcature all'11', di testa. Marcel Witeczek pareggia a sorpresa al 36', svettando su Danny Blind e Frank Rijkaard, unici elementi tra i padroni di casa sopra i 25 anni. Ma l'Ajax non si scompone e prende di nuovo il largo.

Un gran tiro di Finidi George fa esplodere i 45.000 spettatori dell'Olympisch Stadion (quando ancora non c'era l'Amsterdam ArenA). Il 3-1 di Ronald de Boer poco prima dell'intervallo manda in estasi lo stadio. "Il pareggio è stato un duro colpo – ammise il tecnico dell'Ajax Louis van Gaal -. Ma la squadra ha dimostrato il proprio valore non disunendosi e continuando a giocare. All'intervallo la partita era già chiusa".

A inizio ripresa Litmanen firma il secondo gol della serata e il sesto del torneo. Il Bayern accorcia le distanze con Mehmet Scholl dal dischetto, ma l'ultimo acuto è dell'Ajax: assist di Patrick Kluivert per il 5-2 di Marc Overmars. "L'Ajax andava come una Porsche, noi come una utilitaria", concluse alla fine il presidente del Bayern Franz Beckenbauer.


Protagonisti

  • Scholl

    Scholl è stato un regista dalle grandi doti tecniche che ha rivestito un ruolo determinante nel trionfo dell'FC Bayern München nella Coppa UEFA 1995/96 avendo segnato nei quarti, in semifinale e nella doppia sfida finale. La stessa estate ha aggiunto al suo palmares EURO '96 e dopo cinque anni la UEFA Champions League. Probabilmente la sua maggior onoreficenza concerne la vittoria di otto titoli di Bundesliga che lo incoronano insieme a Oliver Kahn il calciatore più decorato della storia della massima serie tedesca. 

  • Overmars

    L'ala olandese si è guadagnata l'affetto dei tifosi grazie alla sua velocità, alla sua tecnica e alla sua abilità sotto porta, tanto che nel 2000 il Barcellona spese 39,6 milioni di euro per i suoi servigi. Dopo quattro anni senza successi in Spagna i ripetuti problemi al ginocchio costrinsero Overmars a un addio al calcio prematuro, ma in precedenza il giocatore aveva vinto con Arsenal FC e AFC Ajax, conquistando la UEFA Champions League 1995 con i Lancieri.

  • Litmanen

    Il miglior prodotto del calcio finladese, Litmanen si è fatto conoscere all'AFC Ajax. Il suo miglior momento è stato il successo nella UEFA Champions League del 1995, ma l'attaccante ha conquistato anche cinque titoli di Eredivisie. Meno prolifico con le maglie di FC Barcelona e Liverpool FC e con diversi altri club, il sempreverde Litmanen andava ancora forte dopo il 40esimo compleanno quando ha giocato con l'HJK Helsinki. Il record di 137 presenze con la nazionale finlandese forse non verrà mai battuto.

Cosa è successo dopo?

• Subentrato dalla panchina, Patrick Kluivert va a segno a sei minuti dal termine regalando il successo per 1-0 all'AFC Ajax contro l'AC Milan nella finale di Vienna. Gli olandesi diventano campioni d'Europa per la quarta volta. 

• Nonostante le partenze di Michael Reiziger (al Milan), Clarence Seedorf (UC Sampdoria) e Frank Rijkaard (ritirato), l'Ajax coglie la finale del 1996, ma perde ai calci di rigore contro la Juventus.

• Ronaldo segna 30 gol con il PSV Eindhoven, ma i detentori del titolo dell'Ajax chiudono imbattuti il campionato di Eredivisie, vincendo 27 partite e pareggiandone sette, di cui tre di fila nel 1996. 

• L'FC Bayern München si classifica sesto in campionato ma, ispirato dal nuovo acquisto Jürgen Klinsmann, vince la Coppa UEFA nel 1996 diventando la terza squadra a sollevare al cielo tutti e tre i più importanti trofei d'Europa.

• Nel 1999 il Bayern sfiora il trionfo in UEFA Champions League subendo la famosa rimonta del Manchester United FC; due anni dopo, contro il Valencia CF, i tedeschi salgono sul tetto d'Europa.

Unisciti alla conversazione

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • Le parole CHAMPIONS LEAGUE e UEFA CHAMPIONS LEAGUE, il logo e il trofeo della UEFA Champions League e i loghi della Finale di UEFA Champions League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.