Chelsea in ginocchio, gloria United

Stadion Luzhniki, Mosca – 21/05/2008 – Finale
Man. United
Man. United
Cristiano Ronaldo 26
1 - 1
Chelsea
  • Lampard 45
Chelsea
Senza fiato

"Quando ho sbagliato il rigore ho creduto che fosse il giorno più brutto della mia vita. Ora è diventato il più bello". Cristiano Ronaldo

2007/08

• Il Liverpool FC batte il Beşiktaş JK 8-0 a Anfield alla quarta giornata, vittoria più ampia di sempre nella competizione. I rivali dell'Arsenal FC avevano battuto l'SK Slavia Praha 7-0 la giornata precedente.

• A 43 anni e 253 giorni, il portiere della S.S. Lazio Marco Ballotta diventa il calciatore più vecchio di sempre ad essere sceso in campo in UEFA Champions League quando gioca tutta la partita persa per 3-1 in casa del Real Madrid CF alla sesta giornata.

• Il Manchester United FC batte il Barcellona 1-0 nel ritorno delle semifinali registrando la dodicesima vittoria casalinga consecutiva. Il 13 non ha però portato bene dato che è poi stato fermato sul pareggio dal Villarreal CF alla prima giornata della stagione seguente.

A quarant’anni dal primo trionfo in Coppa dei Campioni, mezzo secolo dopo la tragedia aerea di Monaco, e nel giorno del record assoluto di 759 presenze di Ryan Giggs con il club, il Manchester United FC rischia di rovinarsi la festa nella finale di UEFA Champions League 2007/08.

Dopo averla spuntata in campionato sui rivali di sempre del Chelsea FC, la prima finale tutta inglese della storia non delude le attese offrendo spettacolo ed emozioni in un Luzhniki Stadium battuto dalla pioggia.

Il primo squillo è dello United: al 26’, Cristiano Ronaldo svetta di testa su Michael Essien e insacca il suo 42esimo gol stagionale su cross di Wes Brown.

Trascinato dall’esuberanza di Owen Hargreaves e guidato dalla calma di Paul Scholes, lo United corre il primo pericolo su un colpo di testa verso la propria porta di Rio Ferdinand, su cui salva Edwin van der Sar.

Dall’altra parte, Petr Čech è bravo a opporsi alle conclusioni in rapida successione di Carlos Tévez e Michael Carrick al termine di una bella azione dello United. Nonostante l’addio di José Mourinho nel corso della stagione, il Chelsea non ha perso la consueta concretezza e sul finire del primo tempo perviene al pareggio: tap-in di Lampard che anticipa Van der Sar e Ferdinand sugli sviluppi di un tiro di Essien.

L’inerzia della gara sembra passare dalla parte dei Blues, ma la conclusione velenosa di Didier Drogba si stampa sul palo. Già ai supplementari, Lampard coglie un altro legno per i londinesi su assist di Michael Ballack.

Nel giorno dello storico sorpasso al record di Sir Bobby Charlton, Giggs, partito dalla panchina, sfiora il gol-partita, negatogli da un provvidenziale intervento di John Terry. C’è ancora tempo per il cartellino rosso a Drogba a seguito di una rissa. Si va ai calci di rigore.

L’unico errore dopo i primi nove tiri dal dischetto è di Ronaldo. Terry ha tra i piedi il rigore che può valere la prima Coppa dei Campioni per il Chelsea. Il capitano dei Blues scivola al momento dell’impatto con il pallone e colpisce l’ennesimo palo del Chelsea. Giggs trasforma quello successivo, mentre Nicolas Anelka si fa parare il suo. A un tiro di schioppo dalla Piazza Rossa, a fare festa sono i Diavoli Rossi.

Protagonisti

  • Terry

    Bandiera del club, Terry è stato il cuore pulsante del Chelsea FC da quando ha preso il posto di Marcel Desailly come capitano nell'agosto 2004, portando i Blues a vincere due titoli consecutivi di Premier League – i primi in 50 anni. Nazionale inglese, il difensore centrale Terry ha commesso l'errore decisivo dal dischetto quando ai  londinesi si è presentata l'occasione di vincere la prima Coppa dei Campioni nel 2008. Terry ha comunque vinto quattro volte la FA Cup e la Premier League in tre occasioni.

  • Van der Sar

    Il giocatore che vanta più presenze con l'Olanda, Van der Sar, ha attirato l'attenzione su di sé per la prima volta quando il suo AFC Ajax nel 1995 ha vinto la UEFA Champions League. Le prestazioni in Eredivisie gli sono valse il passaggio alla Juventus e poi al Fulham FC in Inghilterra. Passato al Manchester United FC nel 2005, è stato il portiere che ha fatto meno rimpiangere Peter Schmeichel, aiutando lo United a vincere la Premier League tre volte di fila e nel 2008 la UEFA Champions League.

  • Cristiano Ronaldo

    Ronaldo ha impressionato il tecnico del Manchester United FC Sir Alex Ferguson dopo solo 11 partite di campionato da titolare con lo Sporting Clube de Portugal. L'ala del Portogallo si è poi gradualmente ambientata prima di trovare la continuità nel 2006/07 – nella prima di tre stagioni consecutive concluse con il titolo di Premier League vinto. Ronaldo ha segnato 42 gol e lo United ha anche vinto la UEFA Champions League la stagione seguente. E' passato al Real Madrid CF per la cifra record di 94 milioni di euro nell'estate 2009 e segnato 50 gol in 51 partite della Liga.

Cosa è successo dopo?

• La stagione successiva, il Manchester United FC ha raggiunto la finale di UEFA Champions League, ma ha perso l'occasione di diventare la prima squadra a difendere il titolo in virtù della sconfitta per 2-0 contro l'FC Barcelona a Roma.

• Ryan Giggs, che disputando la finale del 2008 ha scavalcato Sir Bobby Charlton per numero di presenze nello United, ne avrebbe superato il record anche in campionato con 606 presenze.

• Con il gol a Mosca, Cristiano Ronaldo ha raggiunto quota 42 marcature fra tutte le competizioni nel 2007/08. La stagione seguente, l'esterno del Portogallo ne ha messi a segno 26 e a giugno è stato acquistato dal Real Madrid CF per 94 milioni di euro (record mondiale).

• Nel 2008/09, la squadra di Sir Alex Ferguson ha difeso il titolo in Premier League. L'anno seguente, però, è stato preceduto di un punto dal Chelsea FC di Carlo Ancelotti, mancando uno storico poker.

• La finale a Mosca è stata l'ultima partita del tecnico Avram Grant sulla panchina del Chelsea. Il suo sostituto Luiz Felipe Scolari è stato esonerato pochi mesi dopo e ha lasciato il posto a Guus Hiddink, sostituito definitivamente da Ancelotti dal 2009/10.

Unisciti alla conversazione

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • Le parole CHAMPIONS LEAGUE e UEFA CHAMPIONS LEAGUE, il logo e il trofeo della UEFA Champions League e i loghi della Finale di UEFA Champions League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.