Il Werder sorprende il Real e torna a sperare

Weserstadion, Brema – 28/11/2007 – Fase a gironi
Bremen
Bremen
Rosenberg 5 Sanogo 40 Hunt 58
3 - 2
Real Madrid
  • Robinho 14
  • Van Nistelrooy 71
Real Madrid
Senza fiato

"Sapevamo di avere poche chance di trasformare un sogno in realtà, ma non ci aspettavamo di riuscirci in questo modo". Thomas Schaaf

2007/08

• Il Liverpool FC batte il Beşiktaş JK 8-0 a Anfield alla quarta giornata, vittoria più ampia di sempre nella competizione. I rivali dell'Arsenal FC avevano battuto l'SK Slavia Praha 7-0 la giornata precedente.

• A 43 anni e 253 giorni, il portiere della S.S. Lazio Marco Ballotta diventa il calciatore più vecchio di sempre ad essere sceso in campo in UEFA Champions League quando gioca tutta la partita persa per 3-1 in casa del Real Madrid CF alla sesta giornata.

• Il Manchester United FC batte il Barcellona 1-0 nel ritorno delle semifinali registrando la dodicesima vittoria casalinga consecutiva. Il 13 non ha però portato bene dato che è poi stato fermato sul pareggio dal Villarreal CF alla prima giornata della stagione seguente.

In testa alla Liga e a un solo punto dall'accesso agli ottavi di finale, il Real Madrid CF deve arrendersi a un SV Werder Bremen brillante e determinato.

La formazione tedesca deve vincere per alimentare le speranze di qualificazione, e non tradisce le attese. L'avvio è bruciante, ma il gol del vantaggio al 5' deve qualcosa anche alla buona sorte.  Un intervento poco ortodosso di Boubacar Sanogo con la spalla, su cross di Clemens Fritz, diventa un assist involontario per Markus Rosenberg, che beffa Iker Casillas con una conclusione che rimbalza a terra.

Alla mala sorte, il Real Madrid risponde con un gol di eccellente fattura. Marcelo serve largo Robinho che, da sinistra, converge con un repentino cambio di passo e lascia partire una conclusione a giro che batte Christian Vander sul secondo palo. Contrariamente ai pronostici, il gol del Real Madrid non spegne l'ardore del Werder che, anzi, alza il ritmo e cerca con insistenza il secondo gol.

Il raddoppio è ispirato da Rosenberg che, recupera il pallone nella propria metà campo, supera in velocita Fernando Gago e Christoph Metzelder e crossa in mezzo per la conclusione al volo di Sanogo.

Ruud van Nistelrooy avrebbe la palla buona per pareggiare poco più tardi, ma insolitamente sbaglia e, due minuti più tardi, il Werder lo punisce segnando il terzo gol. Daniel Jensen inventa un assist morbido per Aaron Hunt che, al rientro dopo sei mesi, beffa Casillas in uscita.

Van Nistelrooy ritrova il suo fiuto del gol al 71': occhiata fugace e morbido pallonetto a Vander da posizione tutt'altro che comoda. Il Real Madrid deve cedere alla fine a un Werder generoso e protagonista di una “serata straordinaria”, secondo il giudizio del tecnico Thomas Schaaf.

Protagonisti

  • Robinho

    Pur avendo trascorso due stagioni al Real Madrid CF, vincendo due volte la Liga, Robinho sale agli onori della cronaca nel 2008 per il suo trasferimento da 40 milioni di euro, record britannico, al Manchester City FC. La sua esperienza in chiaroscuro in Inghilterra lo porta a tornare in prestito al suo primo club, il Santos FC, quindi a trasferirsi all'AC Milan, con il quale vince lo Scudetto alla sua stagione d'esordio nel 2010/11.

  • Van Nistelrooy

    Tre volte capocannoniere della UEFA Champions League, Van Nistelrooy ha stabilito il record di 12 gol in una sola stagione, eguagliato solo da Lionel Messi nel 2010/11. L'attaccante olandese ha segnato gol a valanga con le maglie di PSV Eindhoven, Manchester United FC – club nel quale è approdato nell'aprile 2011 per una cifra record in Gran Bretagna – e Real Madrid CF.

  • Mertesacker

    Bandiera del club di Brema e della nazionale tedesca, Mertesacker ha ottenuto il terzo posto alla Coppa del Mondo FIFA con la Germania nel 2006 e 2010, oltre a giocare fino alla fine tutte le gare di UEFA EURO 2008, torneo perso in finale dai tedeschi contro la Spagna. L'anno successivo il difensore centrale ha vissuto un'altra delusione, perdendo la finale di Coppa UEFA con l'SV Werder Bremen, ma si è consolato con la Coppa di Germania.

Cosa è successo dopo?

• Il Real Madrid vince il Gruppo C superando 3-1 l'S.S. Lazio alla Giornata 6, mentre la sconfitta 3-0 sul campo dell'Olympiacos FC condanna il Werder al etrzo posto finale e al trasferimento in Coppa UEFA.

• Le Merengues vengono sconfitte con un 4-2 complessivo dall'AS Roma negli ottavi di finale. Prima di approdare in semifinale nel 2010/11, il Real avrebbe collezionato sei stop consecutivi nel primo turno ad eliminazione diretta del torneo.

• Il Real conquista il suo 31esimo titolo spagnolo con otto punti di margine, ma a dicembre Bernd Schuster lascia spazio a Juande Ramos in panchina.

• Robinho passa al Manchester City FC durante l'ultimo giorno del mercato estivo 2008 per la cifra record in Gran Bretagna di 40 milioni di euro. Il brasiliano non sfonda nei Citizens e due anni più tardi si trasferisce all'AC Milan.

• Thomas Schaaf, legato sempre e solo al Werder sia da giocatore che da allenatore, porta la squadra in finale di Coppa UEFA, ma a Istanbul viene battuto 2-1 ai supplementari dall'FC Shakhtar Donetsk.

Unisciti alla conversazione

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • Le parole CHAMPIONS LEAGUE e UEFA CHAMPIONS LEAGUE, il logo e il trofeo della UEFA Champions League e i loghi della Finale di UEFA Champions League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.