Bale brilla e gli Spurs affondano l'Inter

White Hart Lane, Londra – 02/11/2010 – Fase a gironi
Tottenham
Tottenham
Van der Vaart 18 Crouch 61 Pavlyuchenko 89
3 - 1
Internazionale
  • Eto'o 80
Internazionale
A tutto campo

"Bale ha affrontato uno dei migliori terzini destri al mondo e quello che ha fatto è straordinario". Harry Redknapp

2010/11

• Lionel Messi ha segnato in finale arrivando a quota 12 gol – eguagliato il record della competizione di Ruud van Nistelrooy. L'argentino è diventato anche il primo giocatore a vincere la classifica dei cannonieri per tre anni di fila.

• La sconfitta per 7-0 del MŠK Žilina contro l'Olympique de Marseille è stata la più pesante in casa nella storia della competizione. La squadra slovacca non ha conquistato punti nel Gruppo F e il -16 nella differenza reti rappresenta un altro record.

• Javier Zanetti dell'FC Internazionale Milano è diventato il giocatore più vecchio ad aver segnato nella competizione a 37 anni e 71 giorni in occasione della terza giornata. Il record è durato solo due settimane fino a quando Filippo Inzaghi – nato 15 giorni prima – ha segnato una doppietta per l'AC Milan.

La matricola terribile Tottenham Hotspur FC fa impazzire i suoi tifosi battendo l'FC Internazionale Milano e scavalcando i detentori della UEFA Champions League in testa al Gruppo A.

Rafael van der Vaart, Peter Crouch e Roman Pavlyuchenko sono i terminali delle manovre d'attacco, spesso spumeggianti, dei padroni di casa. In grande evidenza anche Gareth Bale, autore di una tripletta a San Siro due settimane prima nella sconfitta per 4-3. Il gallese è a tratti inarrestabile – chiedere a Maicon – e propizia due gol.

Nelle precedenti cinque partite di UEFA Champions League in cui era stato coinvolto (doppio spareggio + tre giornate della fase a gironi), il Tottenham aveva regalato 25 gol. E questa partita non sfugge alla regola. Dopo i primi pericoli portati da Samuel Eto'o e Luka Modrić, quest'ultimo ispira il primo gol della serata al 18'.

Il centrocampista croato supera Sulley Muntari e serve Van der Vaart: l'inserimento dell'olandese è perfetto ed è 1-0. Gli Spurs sfiorano subito il raddoppio: Bale brucia Maicon e crossa sul secondo palo, ma Crouch svirgola la conclusione al volo.

L'Inter guadagna metri e nel finale della prima frazione Carlo Cudicini, in campo al posto dello squalificato Heurelho Gomes, deve intervenire per alzare una punizione di Wesley Sneijder. Ma l'inerzia resta della parte degli Spurs. Luca Castellazzi può solo guardare il bolide di Bale che sfiora il palo, prima di respingere il colpo di testa di Crouch.

Verso l'ora di gioco, gli Spurs raddoppiano. L'ispiratore non può che essere Bale: il 21enne gallese sprinta da metà campo, semina due interisti, e crossa basso per la deviazione vincente di Crouch. I due offrono il bis poco più tardi, ma questa volta Bale crossa quando la palla ha già oltrepassato la linea di fondo.

Eto'o prova a ravvivare la sfida realizzando il suo settimo gol della fase a gironi, ma il Tottenham chiude il discorso con l'ennesima progressione di Bale, questa volta a beneficio di Pavlyuchenko. Diego Milito fa in tempo a colpire una traversa, ma la festa è di Bale e compagni.

"Il ragazzo corre come il vento – ha ammesso il tecnico londinese Harry Redknapp -. E oggi aveva di fronte quello che è considerato il migliore terzino destro del mondo. Quello che ha fatto in queste due partite ha dell'incredibile”. White Hart Lane annuisce.

Protagonisti

  • Eto'o

    Il più famoso giocatore del Camerun, Eto'o ha vinto tre volte la UEFA Champions League, due con l' FC Barcelona e una con l'FC Internazionale Milano, segnando nelle finali del 2006 e del 2010. Vincitore della medaglia d'oro alle Olimpiadi e due volte della Coppa d'Africa, si è fatto conoscere con l'RCD Mallorca. E' passato al Barcellona nel 2004, squadra con cui ha giocato per cinque anni segnando 109 gol in 144 gare di campionato. Ha vinto tre volte la Liga e una volta lo Scudetto dopo essere passato all'Inter nel 2009.

  • Van der Vaart

    Prodotto del vivaio dell'AFC Ajax, Van der Vaart ha debuttato in prima squadra a 17 anni e appena 18 mesi più tardi era già un nazionale olandese. Ad Amsterdam ha vinto due campionati e due coppe nazionali, collezionando quasi un gol ogni due partite pur giocando dietro le punte. Ha giocato per tre stagioni all'Hamburger SV e per due al Real Madrid CF prima di passare al Tottenham Hotspur FC, nel frattempo aiutando l'Olanda a raggiungere la finale dei Mondiali del 2010.

  • Bale

    Il calciatore più giovane ad aver giocato e segnato per il Galles, Bale aveva 17 quando nel 2007 è passato al Tottenham Hotspur FC dal Southampton FC  per 7,5 milioni di euro. I progressi sono stati limitati a causa degli infortuni e solo nel gennaio del 2010 e dopo 23 partite giocate da titolare, ha potuto festeggiare la prima vittoria con il club in campionato. A quel punto era già stato trasformato da terzino ad ala con risultati devastanti.

Cosa è successo dopo?

• Il Tottenham Hotspur FC batte l'SV Werder Bremen 3-0 nella giornata successiva: con l'FC Internazionale Milano che perde contro i tedeschi alla sesta giornata, il 3-3 in casa dell'FC Twente vale agli inglesi il primo posto nel Gruppo A.

• Gli Spurs sono la prima squadra a segnare almeno due gol per ogni partita del girone. Uno in due partite basta invece per eliminare l'AC Milan negli ottavi, prima della sconfitta con un 5-0 complessivo contro il Real Madrid CF nei quarti.

• Il mese seguente l'Inter vince il Mondiale FIFA per Club battendo l'TP Mazembe in finale; una settimana dopo il tecnico Rafael Benítez è sostituito da Leonardo.

• Negli ottavi l''Inter batte l'FC Bayern München per la regola dei gol segnati in trasferta nella riedizione della finale 2009/10, ma un'altra squadra tedesca, l'FC Schalke 04, sorprende i detentori con un 7-3 complessivo nei quarti.

• Dopo aver guidato l'Inter al secondo posto in campionato e alla conquista della Coppa Italia, Leonardo lascia spazio a Gian Piero Gasperini; gli Spurs finiscono quinti in campionato e non si qualificano per la UEFA Champions League.

Unisciti alla conversazione

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • Le parole CHAMPIONS LEAGUE e UEFA CHAMPIONS LEAGUE, il logo e il trofeo della UEFA Champions League e i loghi della Finale di UEFA Champions League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.