Il Celtic fa uno scherzo alla Juve a Halloween

Celtic Park, Glasgow – 31/10/2001 – Fase a gironi
Celtic
Celtic
Valgaeren 24 Sutton 45, 64 Larsson 57 (P)
4 - 3
Juventus
  • Del Piero 19
  • Trezeguet 51, 77
Juventus
Senza fiato

"Credo che li avessimo sottovalutati." Pavel Nedvěd

2001/02

• Il Real Madrid CF ha segnato 35 gol durante la stagione, eguagliando il suo stesso record da vincitore siglato nel 1999/2000. I gol sono stati messi a segno da 14 calciatori, e sei sono arrivati da Raúl González.

• Real Madrid, FC Barcelona e Bayer 04 Leverkusen hanno tutte ribaltato uno svantaggio di misura dopo l'andata per poi avere la meglio nei quarti di finale; Real e Leverkusen hanno trovato il gol vittoria negli ultimi sei minuti.

• L'FC Bayern München ha eguagliato il record dell'AFC Ajax di 19 partite consecutive di UEFA Champions League senza sconfitte prima che il Real Madrid mettesse fine alla striscia positiva dei detentori – e alla difesa del titolo – nel ritorno dei quarti di finale giocato al Santiago Bernabéu.

 

La notte di Halloween regala al pubblico di Glasgow una sfida con sette reti e una vittoria entusiasmante in UEFA Champions League contro la Vecchia Signora del calcio italiano. Tuttavia, il destino finirà col giocare un brutto scherzo ai campioni di Scozia.

La squadra di Martin O'Neill scende in campo con la consapevolezza che soltanto la vittoria contro la capolista del girone può tenere vive le speranze di scavalcare l'FC Porto al secondo posto nella prima fase a gironi. La gara si mette in salita per i padroni di casa, trafitti al 19' da Alessandro Del Piero. Ma il Celtic lotta, corre e con una doppietta di Chris Sutton ribalta il risultato. Il pubblico di casa esplode di gioia, almeno fino alla notizia della vittoria del Porto contro il Rosenborg BK.

I padroni di casa fanno la partita dall'inizio, forti della spinta sulla destra di Didier Agathe e della creatività in mezzo al campo di Lubomír Moravčík. Il nazionale slovacco va due volte vicino al gol, ma Fabián Carini glielo nega.

La frustrazione aumenta quando gli ospiti passano in vantaggio a sorpresa. Del Piero viene atterrato sui 25 metri e si incarica lui stesso di trasformare la punizione con una parabola all'incrocio dei pali.

Sullo stadio cala il silenzio, ma cinque minuti più tardi Joos Valgaeren pareggia tuffandosi di testa sul cross di Moravčík. L'inerzia della gara è dalla parte del Celtic, che insiste e va vicino al gol con  Agathe – conclusione al lato – e Henrik Larsson – colpo di testa fuori bersaglio da distanza ravvicinata. Allo scadere del primo tempo, un colpo di tacco di Larsson viene deviato in corner, e sugli sviluppi del conseguente tiro dalla bandierina di Moravčík, Sutton svetta di testa e insacca.

Entrato in campo nell'intervallo, David Trezeguet ristabilisce l'equilibrio, ma Larsson riporta avanti gli scozzesi trasformando un rigore concesso per fallo di Mark Iuliano su Sutton. Lo stesso giocatore inglese realizza il 4-2 con una straordinaria conclusione al volo al 64', sugli sviluppi di un altro calcio piazzato di Moravčík.

Ma la Juventus non demorde, Trezeguet lotta con determinazione, vince due rimpalli e accorcia le distanze. Il Celtic difende il prezioso vantaggio negli ultimi 13 minuti, ma lo sforzo è vanificato dalla notizia che il Porto ha battuto il Rosenborg e, pertanto, mantenuto la seconda posizione. E' un epilogo crudele per il Celtic, che deve accontentarsi di un posto in Coppa UEFA, oltre che, naturalmente, del rispetto degli avversari.

Protagonisti

  • Sutton

    Nel luglio del 1994, Sutton è diventato il giocatore più costoso in Inghilterra quando è passato dal Norwich City FC al Blackburn Rovers FC per 7,5 milioni di euro. Attaccante potente fisicamente e forte nel gioco aereo, formava con l'Alan Shearer l'accoppiata SAS che ha portato il Blackburn al primo titolo dopo 81 anni. Dopo un'esperienza difficile al Chelsea FC, Sutton ha vinto tre campionati nei sei anni passati al Celtic FC.

  • Larsson

    Attaccante dal gol facile che ha vinto due Coppe di Olanda con il Feyenoord, Larsson ha trascorso i suoi anni migliori al Celtic FC, vincendo quattro campionati in sette anni a Glasgow. Due stagioni all'FC Barcelona sono bastate per aggiungere due titoli della Liga e la UEFA Champions League del 2006. Capitano della Svezia, con cui ha disputato sei fasi finali dei maggiori tornei internazionali, ha interrotto brevente l'esperienza per chiudere la carriera all'Helsingborgs IF vincendo con il Manchester United FC anche il titolo della Premier League.

  • Del Piero

    'Il Fenomeno Vero' ha brillato per due decenni con la Juventus. Nessuno ha giocato più partite o segnato più gol con la maglia bianconera; e in pochi possono competere con la sua bacheca di trofei che include la UEFA Champions League del 1996, cinque campionati e i Mondiali FIFA del 2006. "Sono sicuro che Del Piero non invecchierà mai", ha detto di lui un certo Diego Maradona.

Cosa è successo dopo?

• Con il terzo posto nel Gruppo E, il Celtic FC è approdato al terzo turno di Coppa UEFA ma si è subito arreso al Valencia CF ai calci di rigore.

• Nonostante i buoni risultati nella prima fase a gironi, la Juventus non ha superato la seconda, con un ultimo posto alle spalle di Bayer 04 Leverkusen, RC Deportivo La Coruña e Arsenal FC.

• La squadra di Marcello Lippi ha vinto lo scudetto numero 26 all'ultima giornata grazie alla sconfitta dell'FC Internazionale Milano per 4-2 contro l'S.S. Lazio.

• Nel 2002/03, i bianconeri hanno difeso lo scudetto ma hanno perso la finale di UEFA Champions League contro l'AC Milan a Manchester ai calci di rigore.

• Anche il Celtic ha difeso il titolo, che fa parte dei sei conquistati in otto anni di dominio a livello nazionale. La stagione successiva ha raggiunto la finale di Coppa UEFA ma ha perso contro l'FC Porto.

Unisciti alla conversazione

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • Le parole CHAMPIONS LEAGUE e UEFA CHAMPIONS LEAGUE, il logo e il trofeo della UEFA Champions League e i loghi della Finale di UEFA Champions League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.